martedì 23 giugno 2015

Diciasettesima giornata finlandese

23 giugno mercoledì da Hossa a Ruhtinansalmi

Vorrei iniziare con una precisazione a coloro i quali scrivono o rispondono alla pagina pubblicata, non è che non rispondo perché non leggo, anzi vado spesso a verificare se ci sono delle risposte, il fatto è che purtroppo, la fatica è, nonostante tutto, tanta e mi devo dedicare al recupero delle forze.

Scrivo la pagina, mentre cammino sulle brevi soste magari posto una foto su facebook  e se permettete scambio alcune "chiacchiere" con la Manu, la sera, che sia in tenda o come adesso al caldo delle coperte, mentre piove, cerco di mettere giù la pagina e lo faccio con molta fatica, mi addormento di solito, e finisco l'indomani.
Quindi scrivete pure io vi leggo magari in un giorno di pausa darò una risposta a tutti.

Giornata quella di oggi che comincia con una novità: la notte ha fatto caldo al punto che ho dormito scoperto fuori dal sacco a pelo.
Come da previsioni il cielo è nuvoloso e fa freddo, ma non al punto da tenere in "casa" le zanzare.
La sosta caffè la faccio presso il bar dell'albergo del paese, qui oltre a finire e pubblicare la pagina di ieri ricarico il cellulare, ieri sera ero così stanco che non ce l'ho fatta ad uscire dalla tenda per prendere la batteria di scorta nel saccone.
Quindi, ricevuto il messaggio da "Radio Manu" che Italo era andato oltre il paese e che non era riuscito a fare spesa, mi prendo pure quest'incombenza.

Descrivere il paesaggio oramai è diventato di una noia megagalattica, tra le altre cose con il tempo di oggi nemmeno le renne si vedono, solo le zanzare.
Dopo circa 25 km "prendo" Italo, ci fermiamo per un tè, cosa che si trasforma in una comica.
Fino a pochi giorni fa, Italo, si bullava del fatto che le zanzare a lui non lo toccavano, oggi sembrava che tutte fossero addosso a lui, una è riuscita pure a pungerlo sulle natiche attraverso pantaloni e mutande.
Mancano pochi km al prossimo paese, c'è un grosso bivio che ci mette in crisi, controlliamo le cartine e decidiamo di proseguire in direzione Ruhtinansalmi, qui quantomeno c'è un distributore con bar. 
Appena entrati in paese c'è un negozio, sicuramente otterremo delle informazioni.

Tra l'altro chiediamo di campeggi, la signora ci dice che se vogliamo possiamo piantare la tenda sul suo terreno, usufruire della doccia, della cucina e della sauna, il tutto per 10 euro a testa, invece decidiamo di spenderne 20 e starcene al caldo a dormire su un letto con tutte le altre comodità.
Tra le altre cose la scelta è dovuta pure al fatto che da alcuni giorni mi porto dietro una vescica al piede sinistro che diventa ogni volta che la svuoto più grande, non vorrei rischiare di trovarmi con la parte anteriore del piede senza pelle, e se domattina piove come in questo momento abbiamo deciso di fare la prima giornata di riposo.

Al negozio abbiamo trovato della salsa di pomodoro che si rivela buona, quindi per cena farfalle all'arrabbiata, senza formaggio però
Una bella abitudine dei finlandesi è quella di portare le lattine vuote in negozio e per ogni lattina ricevono 15 centesimi di euro, da noi ti fanno pagare il servizio a son di soldoni ed è pure scarso!