giovedì 24 settembre 2015

Ventiseiesimo giorno tedesco

24 settembre, giovedì, da Apolda a Woolesdorf

Alle 08 sono per le strade di Apolda, qualche che scatto e poi via verso la campagna, si perché si esce direttamente in aperta campagna.
Strada campagnola, con tanto di fango, salita spacca schiena e fondo sconnesso.

Ho fatto, in albergo, un'abbondante colazione, quindi non mi preoccupo di alcunché dal punto di vista vettovagliamento.
Il paese successivo è Krippendorf, un piccolo centro che vanta una cosa particolare, è stato il centro di una delle battaglie sostenute da Napoleone, La battaglia di Jena, 14 ottobre 1806.  
A seguire Cosewitz, lo sfioro appena, ci devo passare esternamente, la campagna pare voglia farla da padrone oggi.

Un continuo saliscendi, che stanca si, ma che da la possibilità ad altri muscoli delle gambe di lavorare, e si sente la sera quando ti fermi.
Dopo Cosewitz arriva Jena, non me l'aspettavo, sulle cartine stava di fianco al passaggio che volevo effettuare, così come Waimar.
Anch'essa città della Turingia a pochi km da Buchenwald, che tra il 1919 ed il 1933, divenne famosa per la cosiddetta " Repubblica di Weimar".

Jena invece è una città nota per una delle società di produzione di strumenti ottici, in particolare microscopi, più famose al mondo, la "Carl Zeiß" di Jena appunto! 
La piazza principale, naturalmente, è dedicata al noto imprenditore di Weimar.
Me la immaginavo una città diversa, ha molte somiglianze con Bilbao, mancano solo il fiordo ed il porto.
L'attraverso in breve tempo, anche perché essendo disposta in modo molto allungato non v'è difficoltà in ciò.

Il tratto più brutto camminato fino ad ora, se ci aggiungiamo quanto m'è successo, diventa orrendo.
Winzerla è uno dei quartieri, visti dal gps, più grandi della città, di seguito c'è Maua ed a seguire Rothenstein, qui abbandono la statale 88 per ricominciare su strade di campagna e piste forestali.
Jägersdorf, Kleinpurschütz seguono a ruota in un breve lasso di spazio e tempo.
Dal secondo paese riprendo l'assalto e proseguo alla volta di Unterbodnitz, qui non dovrei passarci, infatti dovrei passare attraverso un bosco lungo una strada forestale, tutto benne fino quasi alla fine, ma poi l'imprevisto, la strada finisce e non v'è alcun modo di proseguire.

Scendo in paese e qui chiedo informazioni, sto cercando di arrivare a Trokenborn.
Avuto ciò che cercavo mi avvio, facendo il giro lungo, verso il citato centro abitato ci arrivo verso le  17:30, non sto bene e non mi va di dormire in tenda, cerco una sistemazione.
Verso le 19 la trovo a Wolfesdorf.
Mancano 73 km alla Cechia!